Ghiandole Anali o Sacche Anali nel cane

sacche anali 1Quali sono le sacche anali?

Popolarmente chiamate “ghiandole anali', si tratta di due piccole sacche situate su entrambi i lati dell'ano . Le sacche sono piene di  ghiandole che producono una secrezione maleodorante. Ogni sacco è collegato all'esterno da un piccolo dotto che si apre appena dentro l'ano.

Qual è la loro funzione?

La secrezione funge da marcatore territoriale per un cane è come un 'biglietto da visita'. Le sacche sono presenti nei cani maschi e femmine, e sono normalmente svuotate quando il cane defeca. Ecco perché i cani sono così interessati a odorare le feci altrui.

Perché i sacchi anali causano un problema nel mio cane?

La malattia dei sacchi anali  è molto comune nei cani. Le sacche diventano spesso dure, ciò causa  un blocco dei dotti. La secrezione all'interno dei sacchi anali  si addensa e le sacche diventano gonfie e dilatate.

Diventa ,quindi, doloroso per il cane far passare le feci. Il materiale secreto all'interno delle sacche forma un mezzo ideale per la crescita batterica, che permette di formare ascessi.Il  dolore aumenta e, a volte è presente rossore e gonfiore che appariranno su uno o entrambi i lati del ano nel sito di ascessi. Se l'ascesso scoppia,  rilascerà una quantità di pus giallo o marrone sanguinolento. Se non trattata, l'infezione può diffondersi rapidamente e causare gravi danni al retto.

Come faccio a sapere se il mio cane ha problemi ai sacchi anali?

Il primo segno è spessodefinito “ scooting “cioè trascinano il posteriore lungo il terreno. Ci può essere eccessivo leccare o mordere, spesso alla radice della coda, piuttosto che la zona anale.  Anche i cani normalmente miti possono scattare o ringhiare se si tocca loro la coda. Cosa devo fare?

I problemi con le ghiandole anali sono comuni a tutti i cani, indipendentemente dalle dimensioni o dalla razza. Se siete preoccupati che il vostro animale domestico può avere un problema anale , chiamate il vostro veterinario . Il trattamento per l’ occlusione consiste in un  lavaggio e nella rimozione del materiale solidificato. Poiché questa condizione è dolorosa, per molti animali si richiederà un sedativo o un anestetico per questo trattamento. Gli antibiotici vengono spesso prescritti e, a volte può essere necessario instillarli direttamente  nelle sacche per un periodo di diversi giorni. La maggior parte dei cani riceverà dei farmaci per il  dolore per diversi giorni. Nei casi avanzati, la chirurgia può essere necessaria.

Esiste recidiva?

Molti cani  malati hanno strozzature ricorrenti del sacco anale o ascessi. Recidiva si traduce spesso in sfregio e restringimento dei condotti, portando a ricorrenze ancora più frequenti. Se questa condizione si ripete di frequente, la rimozione chirurgica delle sacche è indicata.

Le ghiandole anali sono necessarie per il mio cane? La rimozione può avere effetti negativi?

Le ghiandole anali producono una secrezione dall’ odore pungente che permette al cane di definire il proprio territorio. Per i nostri cani addomesticati, ciò è inutile e non influenza negativamente il comportamento del cane.

Ci sono altri rischi collegati alla chirurgia?

Si tratta di un intervento chirurgico delicato e specializzato. Molti veterinari possono eseguire questa procedura di routine, ma nei casi più gravi, il veterinario può raccomandare l'intervento di uno specialista. La complicazione principale della chirurgia sono i danni permanenti ai nervi che chiudono lo sfintere anale. Anche se questa complicanza è rara, può provocare incontinenza fecale o l'incapacità di controllare i movimenti intestinali.

Alcuni cani possono avere  perdita di feci o  mancanza di controllo intestinale per 1-3 settimane dopo l'intervento, che si risolve senza ulteriori trattamenti nella maggior parte dei animali domestici.

Come per qualsiasi intervento chirurgico, ci sono altri rischi e le potenziali complicanze.  Per i cani affetti da infezione cronica o ricorrente , la rimozione chirurgica è l'opzione migliore per alleviare il dolore dell'animale.

sacche anali 2

Seguici su Facebook

facebook

Seguici su Twitter

twitter

Seguici su Youtube

youtube